A tavola in Romagna ci sono delle regole!

E’ risaputo, la Romagna è da tutti conosciuta come la terra dei buon gustai.

Chi di voi è stato in Romagna senza assaggiare un piatto di tagliatelle al ragù, piadina o cappelleti in brodo?

Nessuno! 🙂

E questi sono solo alcuni dei piatti tipici di questa zona… Chiunque conosca un romagnolo avrà sicuramente sentito parlare di nonne che ” mangia che sei troppo magro” o di trattorie “dove il sugo al ragù è proprio come quello della nonna”.

Abbiamo pensato ad alcune “regole” simpatiche del classico romagnolo a tavola…. Non siamo così a tutti i pasti! 🙂

🍝La prima regola fondamente sono le porzioni, devono essere abbondanti!

🍝 Poi si passa al bere, un buon bicchiere di vino non può mai mancare a tavola!

🍝 Pasta fresca, fatta in casa, non può mai mancare!

🍝 Il ragù deve essere ben inzuppato in olio altrimenti non è ben saporito! E quello che rimane, non si butta, scarpetta obbligatoria! 🙂

🍝 La verdura, fa bene mangiarla senz’altro, ma consideriamola un contorno!

🍝Quanti di voi conoscono lo squaquerone? Non osate dire che è uguale allo stracchino!

🍝 Infine, sappiamo tutti che la nonna soffrira per il resto della sua vita se le direte che siete vegetariani o vegani! 🙂